Un modo assolutamente bizzarro per ricevere più contatti telefonici

Di Roger Dooley

Neuromaketing

articolo orginale:

A Totally Bizarre Way to To Get More Phone Leads

16 Luglio 2014

Il mio recente podcasts con intervista di Brian Massey (@bmassey), conosciuto anche come lo scienziato della conversione (The Conversion Scientist), riportava un sacco di consigli pratici, ma uno dei miei preferiti è la descrizione di Brian, di un test che ha fatto per incrementare i contatti per via telefonica.

All’agenzia di Brian era stato dato il compito di cercare di trasformare un maggior numero di visitatori, in contatti telefonici. leggi il seguito …

Perché il Mobile (adesso) conta.

Dr. Peter J. Meyers

Moz

articolo orginale:

Why Mobile Matters – Now

8 luglio 2014

Dopo aver costruito un business online durante il boom e poi il crollo delle dot-com, sono sempre stato un po’ scettico sulla rivoluzione Mobile. Ogni anno, a partire dalla fine degli anni ‘90, abbiamo sentito dire che questo sarebbe stato “l’Anno del Mobile”. L’anno scorso, però, il mio scetticismo è stato messo alla prova da una vasta gamma di dati e adesso non credo più che il web Mobile sia semplicemente un desktop in miniatura. Questo post è un’analisi approfondita del perché penso che i marketer online ora debbano iniziare a prestare attenzione al Mobile. leggi il seguito …

Google annuncia la fine delle foto dell’autore nella ricerca: quello che dovreste sapere

Authorship senza immagine

Di Cyrus Shepard

MOZ

articolo orginale:

Google Announces the End of Author Photos in Search: What You Should Know

26 Giugno 2014

Google dà e Google prende. Nonostante questo, quando John Mueller ha annunciato che Google avrebbe tolto le foto dell’autore dalla maggior parte delle ricerche, è stata una sorpresa.

Questa notizia mi colpisce particolarmente duro, anche perché sono conosciuto come quello che ha ottimizzato la sua immagine d’autore su Google. Insieme a molti altri SEO, ho sempre consigliato ai webmaster di collegare che scrive i loro contenuti, con l’Authorship di Google. Fino ad ora, gli aspiranti autori chiedevano a gran voce di verificare la loro paternità, sia per il potenziale incremento dei tassi di click-through, sia per una maggiore visibilità del loro brand, per via della presenza di persone reali nei risultati della ricerca. leggi il seguito …

E’ tempo di dimenticare il “Fold”

Di Roger Dooley

Neuromaketing

articolo orginale:

It’s Time to Forget the Fold

25 Giugno 2014

Se lavorate con gli annunci digitali, avrete senz’altro familiarità con il “fold” (la piega), il luogo in cui lo schermo dell’utente taglia il contenuto e bisogna far scorrere la pagina, per saperne di più (è un termine anacronistico mutuato dall’epoca del giornale, quando le storie sopra la piegatura fatta al centro della pagina sui giornali esposti, erano più prominenti rispetto a quelle sotto la piega).

Molti contratti pubblicitari specificano il posizionamento “above the fold” sulle pagine web, anche se dove si troverà esattamente la “piega”, dipende da una varietà di fattori, come la risoluzione dello schermo, le dimensioni della finestra del browser, ecc… leggi il seguito …

5 modi di usare i pregiudizi cognitivi dei visitatori a vostro vantaggio

Di Tim Ash

5 Ways to Use Your Visitors’ Cognitive Biases to Your Advantage

10 Giugno 2014

L’ottimizzazione delle conversioni, alla base, è tutta psicologia. Assicuratevi di comprendere come la gente pensa, cos’è che li motiva nel loro processo decisionale e sfruttate queste conoscenze per ottimizzare il vostro marketing.

Pregiudizi cognitivi

Li abbiamo tutti silenziosamente in funzione dietro le quinte, mentre plasmano il modo in cui vediamo il mondo. Dal saltare ad una conclusione errata, senza conoscere tutti i fatti, al razionalizzare una decisione dopo che è già stata presa, il cervello umano ha una intera collezione di attrezzi per elaborare le informazioni, che rendono ogni persona leggermente diversa dalle altre nel modo vedere le cose.

Perfino quelli che pensano di essere individui totalmente razionali e logici, hanno pregiudizi cognitivi al lavoro, che continuamente orientano il modo in cui percepiscono le cose. Alcuni pregiudizi cognitivi sono così diffusi, che si ci si può effettivamente aspettare che li abbiano anche la maggior parte dei vostri visitatori Web. E questo può tornarvi molto utile come marketer. leggi il seguito …

SEO stile cirripede: sfruttare il ranking degli altri siti – Whiteboard Friday

Video originale

Rand Fishkin

moz logo

trascrizione dal video orginale:

Barnacle SEO: Leveraging Other Sites’ Rankings – Whiteboard Friday

13 Giugno 2014

Salve fan di Moz e benvenuti a questa nuova puntata di Whiteboard Friday. Questa settimana parleremo di ‘barnacle SEO’ (SEO allo dei stile cirripedi – parassiti marini che si attaccano agli scogli e alla carena delle imbarcazioni – n.d.t.). ‘Barnacle SEO’ è un termine coniato da Will Scott di Search Influence ed a lui va il merito di questa tattica. L’idea che Will propose, è attaccarsi ad un grande oggetto fisso e raccogliere il beneficio portato dalla corrente.

Significa che come ai cirripedi, che si sono attaccati a una grande roccia o alla carena di una nave, le correnti vi portano sostanze nutritive mentre la nave viaggia, o mentre le correnti vi arrivano incontro. Nel mondo SEO si traduce in questo: ci sono delle parole chiave così competitive, così impegnative (o per adesso al di fuori dei nostri obiettivi) per cui non ci posizioniamo nei risultati e non necessariamente vogliamo investire nell’impegno, o nell’energia necessari; o magari l’abbiamo già fatto e non stiamo ottenendo risultati.

Però quello che possiamo fare, è che quando le persone visitano i primi 5, 10, 20 risultati, vedano lì il nostro marchio, il link al nostro sito web, vedano che siamo menzionati, che si parla di noi. Così di fatto trarremo dei benefici dall’esserci attaccati, dal tenerci aggrappati, a questi siti e a quelle pagine che si posizionano per prime”.

leggi il seguito …

‘Customer Centric’ e ‘Facilità d’Uso’ sono il nuovo modello di business (la storia di Alibaba)

Di Gerry McGovern

articolo orginale:

Customer-centric and easy-to-use is the new business model (The Alibaba story)

18 maggio 2014

Le aziende realmente customer-centric domineranno l’era di Internet

Alibaba, una società Internet cinese, è in procinto di quotarsi in borsa negli Stati Uniti. Si prevede che raccoglierà di più di quanto fece Facebook nel suo debutto azionario.

Secondo la BBC, “il valore totale della merce venduta l’anno scorso sulle sue piattaforme, è stato più di quanto venduto da Amazon ed eBay messi insieme“. Alibaba detiene il 72% del commercio mobile in Cina. leggi il seguito …