Author Archive

Le campagne è dove i tassi di conversione brillano: andare oltre il tasso di conversione – Parte 4

Il tasso di conversione ha molti limiti, ma nelle campagne di campagne postali (paper mail) è il migliore indicatore di successo e consente di mettere la migliore variante dell'annuncio. Ma è lo stesso sul web?

I visitatori non sono tutti uguali: andare oltre il tasso di conversione – Parte 3

I limiti del tasso di conversione e la segmentazione dei visitatori. Quando deve essere alto il tasso di conversione per essere certi per essere certi che non stiamo perdendo conversioni preziose? Il 15% sarebbe soddisfacente? E come può essere che il rimanente 85% se ne va senza convertire? Da solo il conversion rate genera

Non tutti i visitatori diventano grandi clienti: andare oltre il tasso di conversione – Parte 2

Il tasso di conversione misura questo: quanti visitatori si convertono in clienti. Ma vorremmo davvero che tutti i nostri visitatori diventassero clienti? Alcuni portano costi non sostenibili a lungo termine. Se così non è allora dobbiamo rivedere questa metrica.

Evitate le metriche basate su un rapporto: andare oltre il tasso di conversione – Parte 1

Come misurate il successo di un sito di e-commerce? Un indice ormai storico è il conversion rate, il mitico CTR. Il primo PPC del web, adWords lo ha reso celebre in tempi lontani, facendone un'ossessione per gli inserzionisti e da allora il Marketing e i manager ne hanno fatto un key performance indicator. Ma

Salire la scala mobile della conoscenza acquisita

Google, l'iPod, Windows, Angry Birds, design semplici che nascondono la complessità dell'applicazione. Rendere facile usare oggetti complessi, oggi è la chiave del successo ed è per questo che l'usabilità sta uscendo dai laboratori e comincia a farsi strada anche nei business più restii all'innovazione. Perfino la pubblica amministrazione fa i suoi studi di usabilità.

Un flash su cosa i designers dovrebbero sapere su HTML5 e CSS3

Si parla molto dell'HTML5 come della soluzione che porterà l'interattività delle applicazioni native, anche sul web, senza bisogno di ingombrati librerie Javascript. Osservandolo da vicino ci si accorge che in giro si sentono troppi slogan e molta confusione; prima di tutto il grosso delle novità arriva dal CSS3, che si dimostra effettivamente una soluzione

Web App: dove le esigenze del business e degli utenti si incontrano

Ogni sito di e-commernce ha bisogno di una applicazione di check out, il carrello elettronico. Tutti quanti o quasi, implementano il processo di vendita negli stessi 6 passi, eppure moltissime aziende scelgono di sviluppare un loro carrello elettronico, invece di inserirne uno già pronto per l'uso. Da qualche parte, ogni giorno, c'è qualcuno che

3 importanti problemi di Usabilità, nei progetti delle Web application

I test e l'osservazione sul campo sono l'unico modo per capire come effettivamente i clienti usano i processi che abbiamo loro messo a disposizione. Ecco 3 problemi di usabilità che in un attimo rendono sgradevole l'esperienza su un sito web e su cui vale la pena tenere gli occhi puntati.

Dedicare tempo al log della ricerca

La ricerca sul sito non è solo un ausilio per il cliente, è anche un poderoso strumento di analisi del comportamento dei clienti sul sito, che rivela pecche e debolezze nei percorsi nevralgici del nostro sito. E’ una finestra su come pensano i nostri visitatori e cosa cercano veramente.

Gerry McGovern dice: “Gestite i processi”

Il compito che i clienti hanno necessità di portare a termine su un sito sono la ragione stessa dell’esistenza di quel sito. In genere invece, i gruppi di progetto si concentrano sulla tecnologia, o grafica, ma i clienti non sono venuti sul sito per vedere quelle cose, sono arrivati per completare un compito e