Author Archive

Come evitare il blocco mentale del SEO parte 4: Meravigliosi Meta Description Tag

Quarto articolo della serie. A cosa servono i Meta Tag Description, come li trattano i motori di ricerca e come utilizzarli per ottenere il massimo beneficio.

Come evitare il blocco mentale del SEO parte 3: creare titoli di pagina poderosi

Terza puntata della serie. Scrivere titoli efficaci, è la cosa più importante che potete fare per il vostro sito. Non è difficile, ma somiglia molto a risolvere un puzzle. Dovete prendere le frasi chiave più adatte ad ogni pagina e sistemarle in modo che vi diano il massimo profitto sui motori di ricerca e

Ciò che è importante per i motori di ricerca e ciò che non lo è

Cosa piace ai motori di ricerca e cosa invece è da evitare: tutti i webmaster hanno le loro ricette segrete, il loro elenco di punti fermi, solo i professionisti che si possono chiamare tali, hanno le idee chiare su cosa è certamente inutile o di scarsissimo peso. In questo articolo Jill Whalen, stimata professionista SEO

Come evitare il blocco mentale del SEO parte 2: creare una mappa delle keyword

Come compilare la mappa delle keyword. E' il secondo articolo della serie "Avoiding SEO Brain Freeze Part Two". Fornisce un metodo per associare le pagine del sito alle keyword trovate nella prima puntata del corso.

Come evitare il blocco mentale del SEO parte 1: a caccia delle keyword

E' il primo di una serie di articoli su come si affronta un progetto di ottimizzazione di un sito sui motori di ricerca. Gli strumenti, i metodi, e gli obiettivi di ogni tecnica. In questa puntata viene trattata la fase della ricerca delle keywords.

10 segnali che il tuo SEO è un ciarlatano

Decalogo per individuare se un consulente SEO non è affidabile. Se la sua azione può danneggiare il business invece di incrementarlo.

L’arte del SEO

Cose che funzionavano come d'incanto nei primi anni del SEO, oggi possono effettivamente danneggiare piuttosto che aiutare. La presenza di un certo numero di fattori SEO tradizionali su ogni pagina può far suonare a Google un campanello di allarme (altrimenti conosciuto come filtro antispam).