La rivoluzione del Web, una spinta per l’Italia

Si potrebbero scrivere numerosi articoli sulla lentezza da record che ha caretterizzato lo sviluppo tecnologico in Italia durante gli ultimi anni. Ritengo che esista da sempre nel nostro paese una “resistenza” piuttosto diffusa alla cultura scientifica e tecnica che affonda le sue radici su numerosi motivi storici.

Lungi da me voler fare un’analisi delle principali cause che hanno portato il nostro paese a questo livello, anche se è difficile credere che la patria di “Leonardo da Vinci” e di “Galileo” possa oggi essere una delle pecore nere in Europa, piazzata nelle ultime posizioni per la cultura scientifica nelle scuole (Dati Ocse).

Ancora più signifcativo a questo riguardo sono Stella e Rizzo (autori del famoso libro/denuncia “La Casta”) che affermano: “Il capitale umano e’ tutto nelle societa’ moderne. Ed e’ li’ che vedi come una scuola alla deriva sia lo specchio di un Paese alla deriva”.

Ma pur partendo dalla situazione “disastrosa” in cui siamo, credo che oggi la “deriva” si possa evitare e che una grande opportunità di rilancio sia sotto i nostri occhi: il “Web”

Esso rappresenta “la vera nuova rivoluzione industriale” ma con aspetti nuovi e tutto sommati vantaggiosi per un paese come l’italia. Per la prima volta “il capitale umano” è la risorsa più importante, non servono materie prime se non la propria intelligenza e soprattutto servono “nuove idee” che devono viaggiare insieme ad una nuova rinascita della cultura e diffusione tecnologica nel nostro paese.

Latest Comments
  1. Albatros

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *