La straordinaria rivoluzione della scelta, dei media

Di Seth Godin

articolo orginale:

The extraordinary revolution of media choice

9 Novembre 2011

Nel modello tradizionale, è possibile ascoltare un solo programma alla volta, una trasmissione radiofonica o un film o uno spettacolo … La scarsità dello spettro ha cambiato quasi ogni elemento della nostra cultura, la scarsità di spazio sugli scaffali, pure.Ci sono solo un certo numero di stazioni radio in ogni mercato ed ogni stazione ci mette esattamente un’ora per trasmettere ogni ora di trasmissione. Scarsità di spettro e rigidità nella fruizione (ascoltalo adesso o l’hai perso per sempre).

Ci sono solo un centinaio di canali nella maggior parte dei sistemi via cavo. Ogni spettatore è prezioso e si può programmare solo uno spettacolo alla volta. Così pianificate per avere il pubblico più vasto possibile, perché è così che guadagnate. Lo share di audience è tutto.

C’è un solo scaffale alla volta, di fronte a quel visitatore della libreria. Quel po’ di spazio sugli scaffali è molto prezioso, il vincitore prende tutto. Il libro, o è su uno scaffale, o non lo è.

In una fiera, ogni stand occupa una decina di metri quadri o poco più. Ci può essere solo uno stand in ogni posto, per cui l’operatore commerciale della mostra lo fa pagare quanto più gli è possibile. E l’espositore, avendo pagato così tanto, cerca di convincere la gente e di impedirgli di andarsene troppo presto. Tutti quanti lo fanno.

MA, ed è un grande ma …

In un mondo dove tutto è a portata di click, e in un mondo dove tutti possono avere il proprio canale YouTube, dieci blog e un migliaio di account di posta elettronica … l’unica cosa che scarseggia è l’attenzione.

Lo spazio sugli scaffali adesso è inutile; perché preoccuparsi di fare una trasmissione ad un’ora specifica in cui la vedono tutti, su una radio popolarissima, quando si è accolti a braccia aperte se vogliamo trasmettere un centinaio di ore, con la gente che può ascoltare quando vuole?

[Fermatevi per un secondo e pensare al fatto che non esiste un vero e proprio guardiano, né scarsità di scaffali, nessun proprietario superpotente dello spettro, a lungo termine, … In che modo questo cambia il vostro lavoro?]

L’idea che qualcuno possa pianificare i tempi del nostro consumo, sta diventando obsoleta, e rapidamente. La prima pagina del giornale, in un mondo digitale, dove non c’è la prima pagina, sparisce. E’ semplicemente la pagina dove sono arrivato, cliccando su un link che mi ha mandato un amico. Il decimo minuto di una sitcom non è necessariamente la parte che viene dopo il nono minuto e in effetti, potrei anche non avere mai visto il nono minuto.

Cinquant’anni fa, il telecomando del televisore, mandò fuori di testa i direttori delle televisioni, oggi, l’eccezione è il consumatore lineare, l’uccello raro che sta a guardare dall’inizio alla fine. Gli strani entrano in scena, la massa sta svanendo.

il primo telecomando TV

In un mondo di ‘surfisti’, tutto quello che potete fare è lavorare per fare le migliori onde possibili; la vera rivoluzione è che cominciate a fare le onde, non solo cavalcarle.

Seth GodinSeth Godin

Traduzione di

Stampa articolo Scarica il file in formato PDF

Elenco Articoli di Seth Godin

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *