Ciò che è importante per i motori di ricerca e ciò che non lo è

Di Jill Whalen

articolo orginale:

What’s Important to Search Engines and What’s Not

Recentemente ho ricevuto una richiesta da una persona che cercava da me un qualche genere di consulenza SEO. Stava ridisegnando il sito e voleva essere sicuro di non commettere errori lungo il percorso, che è una cosa super-intelligente! Il momento per occuparsi dell’aspetto SEO è senz’altro lo stadio iniziale di ogni progetto di disegno o ri-disegno.

La parte interessante dell’e-mail erano i malintesi su cosa questa persona reputava aspetti importanti per i motori di ricerca. Mi piacerebbe condividere con voi questi punti, seguiti dai miei commenti.

  • Poco o niente Flash

Questo è un grande equivoco in cui cadono molti che stanno cercando di disegnare un sito Web facilmente accessibile ai motori di ricerca. Non c’è niente di inerentemente sbagliato nell’utilizzo del Flash e neppure alcuna ragione per evitarlo. Quello che devi evitare è un sito tutto in Flash, così come una navigazione fatta con Flash, ma questo è tutto e perfino se ti trovi in una di queste situazioni c’è modo di aggirare il problema.

  • Tutti gli script dovrebbero essere caricati da file esterni

Questa è un’ottima idea per contenere la dimensione del file e per agevolare la manutenzione delle pagine, ma non ha niente a che vedere con i motori di ricerca o nel modo in cui questi determinano la rilevanza delle tue pagine. I motori di ricerca hanno una conoscenza consolidata di come ignorare il codice che per loro non è di alcuna utilità. Che i tuoi script siano nel sorgente della pagina o che vengano chiamati esternamente non avrà alcun peso nel ranking o nella rilevanza sui motori di ricerca.

  • Il sito deve essere progettato con l’uso più estensivo possibile dei CSS

Un altro mito: i CSS non possiedono alcuna proprietà speciale che ai motori di ricerca li fa preferire alle tabelle o qualsiasi altra istruzione HTML. Ancora una volta questo accorgimento ti renderà più facile la modifica delle pagine o ti darà la possibilità di riutilizzare lo stesso contenuto per atre cose, ma non è una tecnica SEO per migliorare il ranking o la rilevanza delle pagine.

  • I CSS dovrebbero essere chiamati da file esterni

Vale quanto detto per gli script su file esterni: ben fatto, ma è un elemento che non riguarda minimamente i motori di ricerca.

  • Non devono esserci commenti nel codice, dovrebbero essere aggiunti come FAQ o in un file del tipo Doc.

Perché no? Non sono sicura da cosa viene questo mito, ma suppongo che tu stia pensando che la dimensione del file possa influenzare il ranking sui motori di ricerca, potresti anche credere questo. Potrebbe anche essere venuto fuori perché qualcuno credeva che aggiungendo parole chiave per commentare le istruzioni HTML avrebbe migliorato il posizionamento sui motori di ricerca, anche se questo è falso. Ormai da molto tempo i commenti vengono ignorati dai motori di ricerca e per questo puoi usarli tanto o poco quanto vuoi nell’HTML. Io ho l’abitudine di commentare pezzi di testo e codice che non voglio più usare ma che potrei voler aggiungere di nuovo in seguito. Con assoluta certezza, questo non è un problema.

  • Una grande percentuale del codice deve variare da pagina a pagina per evitare che i motori di ricerca interpretino le pagine come contenuto duplicato.

Negativo. Non devi sicuramente cambiare il codice delle pagine per evitare il problema dei contenuti duplicati! I template dei siti hanno un codice che è identico da pagina a pagina. Questo va bene, è normale e certamente non crea problemi con i motori di ricerca. Uno dovrebbe pensare che i motori di ricerca sono completamente stupidi per credere che cerchino di penalizzare siti che utilizzano lo stesso schema di codice da una pagina all’altra! E’ chiaro che non vuoi lo stesso esatto “contenuto” su ogni pagina del tuo sito. Ma perfino questo in generale può non essere un problema se si tratta di poche frasi qua e là (leggi il mio recente articolo sul sito “Search Engine Land” di Danny Sullivan, sul mito del contenuto duplicato).

  • Tutti i link di tipo immagine dovrebbero avere sotto un link testuale.

Non c’è nessuna ragione per questo. I link di tipo immagine che fanno uso dell’attributo dei immagine ALT, sono stati sempre seguiti con facilità dai motori di ricerca e continueranno sempre ad essere percorsi senza problemi. Vengono seguiti anche senza l’attributo ALT, ma le parole che metti lì dicono ai motori di ricerca ed agli utenti del sito, cosa esattamente devono aspettarsi seguendo quel link: è esattamente la stessa cosa del testo nei link testuali.

  • NON utilizzare menù dinamici a discesa orizzontali o verticali in Javascript

Questo è un consiglio abbastanza giusto, comunque se per qualche ragione devi comunque utilizzare il Javascript, si può facilmente aggirare il problema. Il tag “NOSCRIPT” è un posto perfettamente legittimo per ricreare il menù per chi non può eseguire il Javascript (come i motori di ricerca). Io ho utilizzato questa tecnica fino dal 2000 o giù di lì, quando il mio sito è stato disegnato con menu dinamici in Javascript e di sicuro questo non è stato un problema. Non ho davvero cercato di evitare il problema ri-disegnando il sito con una navigazione più fruibile per motori di ricerca. Certo, oggi un menù fatto con i CSS sarebbe una scelta migliore.

  • Si deve realizzare la navigazione con link HTML semplici (navigazione testuale, nessun javascript attivato dal passaggio del mouse e nessuna navigazione grafica con “IMAGEMAP”).

Sì e No. I link in Javascript sono certamente un no, ma c’è abbondanza di image-map navigabili dagli spider e come ho menzionato prima, i link grafici vanno bene per i motori di ricerca.

  • Tutte le pagine devono essere validate da un validatore HTML e tutti gli style sheet devono essere validati da un validatore CSS.

Perché? Questo non ha niente a che vedere con in motori di ricerca. Farlo è comunque una buona cosa.

  • La maggioranza del sito sarà statico, poiché per gli spider dei motori di ricerca le pagine statiche sono più facili da accedere e da posizionare correttamente nei risultati delle ricerche.

Ho paura di No. Le pagine dinamiche sono altrettanto facili da accedere e da indicizzare delle pagine statiche. La maggioranza dei siti di oggi sono dinamici, semplicemente perché sono più facili da manutenere. I motori di ricerca hanno capito come accederli e indicizzarli correttamente, ormai da molto, molto tempo. E’ vero che ci sono alcune cose particolari di cui devi tenere conto nel creare un sito dinamico, ma la maggioranza degli sviluppatori sono coscienti delle situazioni più a rischio. Sicuramente dovresti consultare un SEO se stai cambiando content management system o se stai avendo problemi a far leggere ed indicizzare dagli spider gli URL dinamici. Comunque non c’è ragione di avere solo pagine statiche sul tuo sito, unicamente perché temi che i motori di ricerca no siano in grado di indicizzare le pagine dinamiche.

  • Il sito deve essere compatibile con il browser e con la risoluzione dello schermo disponibile.

Questa è un’altra cosa che è bene fare per i visitatori del tuo sito, ma non ha alcuna attinenza con l’indicizzazione o la rilevanza dei motori di ricerca.

Fine! Spero che questo sia d’aiuto a fare chiarezza su una grande quantità di malintesi che qualcun altro potrebbe aver avuto. Per favore, non fraintendetemi, concordo che la maggioranza dei punti elencati qui sono consigli eccellenti per il disegno e possono aiutarvi a creare un sito bellissimo e usabile. Voglio solo chiarire il più possibile che tutto ciò non ha niente a che vedere con il SEO, posizionamento, accessibilità degli spider, indicizzazione, ecc…

Jill Whalen

Jill Whalen è titolare e fondatrice di High Rankings, una agenzia SEO fuori Boston e co-fondatrice dell’organizzazione SEMNE, una rete di consulenza e servizi di search marketing del New England ed è attiva nell’industria SEO fino dal 1995. Jill conduce la newsletter High Rankings Advisor ed il forum di ottimizzazione per i motori di ricerca di High Rankings.

Traduzione di

No Responses

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *