Di quali link avete bisogno?

Video originale

Di Rand Fishkin

SEOmoz

trascrizione dal video orginale:

Whiteboard Friday – What Kind of Links Do You Need?

6 Maggio 2010

Salve a tutti i nostri fan, benvenuti al nostro tradizionale incontro Whiteboard Friday. Oggi parleremo di quali tipi di link dovreste richiedere e di quali avete bisogno. Qualche volta i link possono essere usati per avere click, ricevere traffico; per esempio, una persona vede il link lo trova interessante, esegue l’azione ed entra sul sito.

Ma c’è un altro utilizzo dei link: un link può anche rinforzare l’azione SEO.

I link sono segnali (per i motori di ricerca) e portano un sacco di informazioni: la pagina un cui stanno, il dominio, il contenuto circostante; tutti elementi che dicono ai motori di ricerca qualcosa sula pagina di destinazione.

L'impatto SEO dei linkE questo utilizzo è quello su cui ci concentreremo. Quello che voglio dire è che sappiamo che i link sono importanti per la SEO, ma quali link? Di che tipo di link abbiamo bisogno? Quali sono i link che ci aiuteranno e quali no? Quello che voglio darvi in questa presentazione, sono gli elementi per fare questa valutazione.

Quando si pensa ai motori di ricerca ad un livello di astrazione, concettualm

ente possiamo raffigurarli come un conte-nitore, diciamo un diagramma a torta. Questo non rappresenta l’algoritmo di Google nella sua interezza, ma solo la parte che si occupa dell’aspetto ‘link’. La porzione che tratta i link.

E qui dentro ci sono un sacco di elementi, come ‘segnali deboli’ e ‘segnali forti’, ma guardando a livello macroscopico, vediamo che ci sono sezioni come: la diversificazione dei link. Per esempio, avete 10.000 link? Va bene,

Fattori di ranking dei link

certo, ma provengono da 20 siti diversi, rispetto ad un vostro concorrente, che magari ha 500 link, ma che provengono da 300 sorgenti diverse? Questa è la diversificazione (Link Diversity) ed è la referenza più importante, rispettata e affidabile, ed ha influenza più di tutto il resto.

Poi c’è il testo del link, che un segnale molto potente, ma per esempio, provate ad indovinare quale sito è al primo posto per entrambe le keyword ‘exit’ e ‘leave’?

E’ un po’ come una ‘Google bomb’, ma questa non è intenzionale. Nessuna ipotesi? Avete 3 secondi per indovinare … tempo scaduto. E’ Disney.

E’ proprio la homepage della Disney che è al primo posto per ‘exit’ e ‘leave’ (al momento solo per ‘leave‘ n.d.t.), la ragione è la seguente: provate ad immaginare un sito pornografico che all’ingresso abbia il simbolo schematico di una donna nuda con due link: enter (se siete maggiorenni) o ‘exit’ o ‘leave’, se siete minorenni. E quest’ultimo punta al sito della Disney. Quindi Disney ha un sacco di link per quelle keyword e si posiziona al primo posto. La forza del testo dei link è che da ai motori di ricerca il segnale: ehi, questa pagina parla di questo argomento. Talvolta perfino se il testo non è attinente al contenuto di quella pagina; provate voi stessi cercando ‘click here’ e troverete la homepage di Adobe nelle prime posizioni.

Quindi, ‘diversificazione’ e ‘testo del link’.

Link juiceUn altro elemento molto importante è il ‘link juice’ nella scelta dei link, quello che nella SEO chiamiamo Page Rank e che qui a SEOMoz chiamiamo MozRank. Non conta necessariamente avere tanti link, se ne avete uno o due, provenienti da siti super importanti, come la homepage di una proprietà governativa, o da qualcuno ben linkato da un sito come real.com di Adobe, (potrebbero puntarsi un link a vicenda se il secondo puntasse all’installazione di RealPlayer). E’ come fluisce il link juice, che è importante.

Arriviamo ad una porzione molto grande: ‘Fiducia e Autorità

Dipende dalla distanza dall’insieme dei trust seed (insieme dei siti di comprovata autorevolezza, impostati manualmente, da cui parte l’algoritmo per il calcolo del Page Rank n.d.t.), da quali domini dove provengono i link, dei tipi di link che abbiamo richiesto, da cosa c’è scritto sui link, qual è la fiducia di cui godono a loro volta, le persone che vi hanno puntato un link, ecc… ecc… C’è tutto un insieme di indicatori che compongono questa parte dell’algoritmo.

I 4 cardini del link buildingQuando cercate di capire che tipo di attività di link building avete bisogno di intraprendere, dovreste pensare a queste quattro porzioni. Dovreste chiedervi: perché sono in settima posizione invece che in sesta o in prima? La differenza sta nella ‘diversificazione’, nel testo dei link, nel Page Rank, o nel fattore di fiducia e autorità? In tutti questi fattori insieme? Devo lavorare a largo spettro su tutti questi? Qualche volta guardate e siete in grado di vedere che: “accidenti, questi aspetti sono a posto ma su gli altri sono carente”.

Lasciate che approfondisca rapidamente questo argomento.

Il flusso del ‘link juice’

E qualcosa che si può misurare con un punteggio come il Page Rank o MozRank.

Se gli altri parametri sono forti, se i testi del link vanno bene, i link hanno un buon fattore ‘fiducia e autorità’ e c’è sufficiente diversificazione dei domini, allora il flusso del link juice potrebbe essere il responsabile. Questo succede meno del 10% delle volte. In meno del 10% dei casi è la componente mancante.

E’ molto più probabile che sia una delle altre componenti.

fiducia e autorità.

Qualche volta siete molto forti con i testi sui link e avete moltissimi link; ho visto un sacco di webmaster all’inizio della loro carriera raccogliere link da qualsiasi parte e comprare un mucchio di link da directory di bassa qualità. Sapete di chi parlo, mi scrivono, per esempio, da paradisi fiscali e promettono di darmi un mucchio di link con il testo che voglio, da una varietà di domini. Qui quello che manca è il fattore ‘fiducia e autorità’. L’ho visto succedere un sacco di volte e direi che incide in circa il 25% dei casi.

Il testo dei link

Questo è un problema che ho visto molto, molto spesso, fra la gente che ha fatto fa un gran bel lavoro per i primi due aspetti. Soprattutto grandi domini e grandi aziende o perfino le nuove aziende di grande successo. All’inizio dell’EXPO Web 2.0 di San Francisco, c’erano un bel po’ di startup, che avevano esattamente questo genere di problema: avevano un sacco di link autorevoli e affidabili, un bel po’ di link juice, diversità delle sorgenti, ecc… Il testo dei link è il punto dove si scrive, quello per cui si vuole posizionarsi sui motori di ricerca; credo che nessuno voglia stare al primo posto per la parola ‘via’, con tutti gli altri link che la puntano; sarebbe piuttosto buffo.

Il testo del link è responsabile per un 30% dei casi.

Diversificazione delle sorgenti

Lo si vede spesso particolarmente nelle aziende. La gente dice: “abbiano qualche testo eccellente sui link, ma vengono tutti dallo stesso gruppo, un sacco di link su tutto il sito, che vengono dai partner, o da chi ha rapporti con noi”. Diciamo che succede circa il 30% delle volte.

Correggiamo il punto precedente (testo dei link) con un 35%, così adesso il totale fa 100%.

Influenza dei fattori sul rankingDi solito questi sono i fattori responsabili della perdita di ranking di una pagina.

Quello che potete fare, adesso che sapete tutto questo, è estremamente potente; non dovete più sprecare il vostro tempo raccogliendo link di cui non avete bisogno. Se riuscite a fare una analisi come questa: il link juice che fluisce nella vostra pagina, il fattore fiducia e autorità, il testo dei link, la distribuzione dei link la diversificazione delle sorgenti e da dove vengono i link, allora potrete comparare tutto questo, con qualsiasi altro sito che si posiziona fra i primi dieci e vedere cosa davvero potete fare per competere con loro e cominciare a lavorare su questi aspetti.

Credo che questo possa risparmiare, specialmente ai ‘link builders’, una marea si tempo ed energie che andrebbero sprecate lavorando sull’aspetto sbagliato del link building.

Spero che questo Firday report vi sia stato utile e spero di ritrovarvi la prossima settimana.

Rand FishkinRand Fishkin

Trascrizione e traduzione di

SEOmoz non è affiliato con questo sito e non ha visionato questa traduzione. SEOmoz fornisce i migliori strumenti e risorse SEO del Web.

Stampa articolo Scarica il file in formato PDF

Elenco Articoli di Rand Fishkin

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *