Come evitare il blocco mentale del SEO parte 2: creare una mappa delle keyword

Corso SEO di Jill Whalen

Di Jill Whalen

articolo orginale:

Avoiding SEO Brain Freeze Part Two – Creating a Keyword Phrase Map

TalentZoo.com

Nella parte uno della serie “Evitare il blocco mentale del SEO” abbiamo visto i 7 passi necessari per trovare le frasi chiave più appropriate per le quali alle fine ottimizzerete il vostro sito. La mia speranza è che abbiate speso un po’ di tempo compilando una marea di fogli elettronici di parole chiave e che adesso siate pronti per imparare come inserirle dentro il vostro sito.

Negli anni ho sviluppato un processo per creare una mappa delle leyword come seconda componente delle campagne SEO dei nostri clienti. Seguire i passi descritti nel seguito vi dovrebbe aiutare ad organizzarvi e ad evitare la temuta paralisi del cervello mentre cercate di ottimizzare il vostro sito da soli.

I 12 passi per creare la mappa delle leyword

Passo 1: Create un nuovo foglio elettronico ed in alto aggiungete i titoli che corrispondono alla homepage e ad ognuna delle pagine delle categorie principali. Dovrebbero essere pagine che stanno nel menu principale e che sono referenziate da ogni pagina del sito. Questo foglio alla fine diventerà la vostra mappa delle keyword.

Passo 2: Passate in rassegna la lista di frasi chiave precedentemente compilata ed evidenziatene da 3 a 5 che sono le più competitive ma anche le più rilevanti rispetto a tutto ciò che tratta il vostro sito ed il vostro business. Queste frasi saranno l’obiettivo per la vostra homepage. Copiatele e incollatele nel nuovo foglio elettronico ed marcatele come “homepage” nel vecchio foglio elettronico.

Passo 3: Osservate il testo e l’informazione delle pagine delle principali categorie di primo livello del sito e verificate se stanno già spontaneamente utilizzando qualcuna delle frasi della lista. Queste pagine sono le migliori candidate per quelle frasi, poiché saranno più facili da adattare rispetto alle pagine che invece sono costruite intorno ad altre frasi. Prendete nota di quali frasi sono presenti su quali pagine, evidenziatele e marcatele sull’elenco, quindi aggiungetele sul foglio elettronico della mappa, sotto il titolo che indica quella pagina.

Passo 4: Una volta che avete completato il passo 3 per ogni pagina delle categorie principali, se vi rimangono frasi ancora non evidenziate nella lista originale, potreste anche decidere di procedere a discesa con le sotto-categorie.

Passo 5: Prendete le frasi per cui non avete ancora associato una pagina e cercate nel vostro sito per vedere se in qualche livello più annidato vi sono pagine che già spontaneamente le utilizzano. Potete farlo con la funzione di ricerca del sito (se ne avete una) oppure utilizzando Google per la ricerca sul sito.
Per usare Google digitate semplicemente il seguente comando:

″la vostra frase chiave″ +site:www.ilvostrosito.com

Questo mostrerà tutte la pagine del vostro sito che già contengono quella frase. Prendetene nota nel foglio delle keyword ed inserite anche le pagine interne addizionali nel foglio elettronico della mappa.

Passo 6: Passate in rassegna le frasi per cui non avete ancora trovato una pagina correlata e decidete se per il vostro sito è davvero importante essere trovato sui motori di ricerca per quelle frasi. Barrate o rimuovete dalla lista quelle che ritenete non più necessarie.

Passo 7: Per le frasi rimaste, rieseguite la ricerca sul sito, ma stavolta senza i doppi apici. Questo estrarrà le pagine che contengono le singole parole della frase, piuttosto che la frase esatta. Anche queste pagine possono facilmente essere delle buone candidate per quelle frasi. Leggetele attentamente per esserne sicuri e se vi sembra che si adattino bene, aggiornate i fogli elettronici di conseguenza.

I passi sopra dovrebbero avervi aiutato ad individuare facilmente le pagine che stanno già usando le parole o frasi chiave. È moto probabile che nel foglio elettronico originale abbiate ancora un certo numero di frasi chiave che non hanno ancora trovato una collocazione nel vostro sito, specialmente se il vostro sito non ha molto testo, tanto per cominciare.

I passi successivi vi richiederanno di metterci un po’ più la testa, per decidere quali tra le frasi che vi sono rimaste, hanno significato e su quali pagine.

Passo 8: Leggete attentamente ogni pagina e stabilite qual è il suo tema essenziale.

Passo 9: Rivedete le frasi chiave rimanenti e cercate quelle che si adattano al tema di ogni pagina. Idealmente dovreste essere capaci di trovare una buona collocazione per la maggioranza delle frasi rimanenti.

Passo 10: Per ogni frase rimanente per cui semplicemente non avete una pagina corrispondente, ancora una volta decidete se è davvero importante essere trovati sui motori per quelle ricerche ed eliminate tutte quelle frasi di cui potete fare a meno.

Passo 11: Per quelle frasi rimanenti che avete stabilito essere davvero importanti per il vostro sito, riflettete sul perché non avete pagine dove possano andare. Se il vostro sito è strutturato correttamente allora dovrebbero esserci pagine disponibili per tutte le frasi chiave rilevanti. A questo punto potreste aver individuato una falla nel sito, che deve essere tappata. In altre parole probabilmente avete bisogno di creare alcune nuove pagine che supportino le frasi chiave che non hanno trovato collocazione.

Passo 12: Pensate a come creare un nuovo contenuto per il sito, che possa utilizzare le rimanenti frasi in modo naturale. Potrebbe essere semplice come aggiungere qualche articolo che le usi in modo naturale; oppure potrebbe essere necessario aggiungere qualche nuovo elemento al menù di primo livello o di un sottolivello, per supportare queste frasi.

In quest’ultimo caso dovrete anche rifare la struttura del sito e la navigazione globale. Ma se quelle frasi per voi sono davvero importanti, devono assolutamente trovare posto nel vostro sito, per cui quest’ultimo passo è importantissimo.

Questo è quanto! Adesso dovreste avere tutte le frasi chiave importanti associate alle pagine del vostro sito, su un foglio elettronico elegante e chiaro. Nel prossimo articolo di questa serie vi spiegherò come proseguire a partire da qui!

Jill Whalen

Jill Whalen è titolare e fondatrice di High Rankings, una agenzia SEO fuori Boston e co-fondatrice dell’organizzazione SEMNE, una rete di consulenza e servizi di search marketing del New England ed è attiva nell’industria SEO fino dal 1995. Jill conduce la newsletter High Rankings Advisor ed il forum di ottimizzazione per i motori di ricerca di High Rankings.

Traduzione di

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *