La guida super semplice per usare e fare marketing su Pinterest – parte prima

Pinterest

Di Jennifer Evans Cairo

Search Engine Guide

articolo orginale:

The Super Simple Guide to Using and Marketing Through Pinterest – Part One

1 Febbraio 2012

Pinterest è una bacheca virtuale che permette di raccogliere sul web, immagini e link di cose che vi piacciono. Se vi è capitato di vedere qualcuno tirare fuori un album pieno di ritagli di ricette o un raccoglitore pieno di spunti per il matrimonio o per ristrutturare la casa, allora vi siete già fatti un’idea.

In Pinterest, la differenza è che tutto avviene online, in un ambiente dove potete condividere la vostra raccolta con gli amici e viceversa. Per dirla in termini semplici, Pinterest è una versione per le immagini, dei bookmark.

Pinterest è in rapida crescita

Qualche mese fa, se non aveste sentito parlare di Pinterest, vi avrei potuto perdonare. E’ stato come un gatto furtivo ed amabile, di quel genere che vi si rannicchia in grembo e vi scalda il cuore mentre lo coccolate, ma è rimasto in silenzio e invisibile a chiunque non ne fosse a conoscenza. Però, il mese scorso o giù di lì, tutto è cominciato a cambiare. Pinterest ha finalmente raggiunto il suo punto di non ritorno e la massa ha iniziato a riversarsi sul sito, per scoprire cos’ha da offrire. Se siete un venditore, un blogger o un imprenditore, è il momento di investire un po’ di tempo e di fatica per capire se Pinterest deve, o meno, essere parte della vostra strategia di marketing.

Ho sentito menzionare Pinterest, per la prima volta, la scorsa estate da un amico, che fa il fotografo professionista. Lo indicò come il luogo ideale dove riporre la propria collezione di idee e ispirazioni. Sembrava interessante, ma non al punto di spingermi visitare il sito (dal momento che ero piuttosto occupata a trasferirmi in un altro stato ed a pianificare un matrimonio, tutto da sola). Ho trovato la mia strada per tornare al sito lo scorso autunno, mentre ero online, in cerca di alcune idee per il Natale. Un sito commerciale su due in cui mi imbattevo, aveva il pulsante “Pin it”, mostrato come parte del post. Nel giro di dieci minuti, alla fine ho visitato il sito; mi catturò.

Da allora, ho sviluppato una dipendenza quotidiana da Pinterest. E’ il mio nuovo passatempo quando aspetto in fila o per ammazzare qualche minuto di noia. E’ la mia fonte (e riserva) di ispirazione per il cibo, per la casa e per una enorme parte di cose, che faccio nella vita quotidiana.

Siete già incuriositi? Dovreste.

Permettetemi di farvi una panoramica.

Arrivando su Pinterest vedrete un mucchio di immagini casuali, corredate con dei commenti e con sotto, alcuni contatori.

pinterest1

Non hanno alcuna funzione, perché la prima volta che fate login, vedrete i post più popolari del momento. A questo punto, se fate clic su un’immagine, vi verrà richiesto di registrarvi, per creare un account.

pinterest2

Nel compilare la richiesta di un invito, non indisponetevi; sembra che oggi la maggior parte delle persone riceva l’invito entro 12-48 ore. Sarete attivi in breve tempo. Naturalmente se avete un amico che usa già il servizio, vi può inviare un invito che riceverete quasi immediatamente.

Una volta che avrete ottenuto il vostro invito, cliccate sul link presente nella email, per iniziare. Vi porterà a questa pagina.

pinterest3

Potrete scegliere di collegare il vostro account con Twitter o con Facebook. E’ una preferenza personale che non ha molto peso, perché Pinterest permette solo di condividere il vostri ‘pin’ tramite queste reti, se glielo chiedete. Ai fini di questo articolo, andremo con Facebook; cliccandoci vi porterà alla pagina di login di Facebook.

pinterest4

Una volta effettuata l’autenticazione (su Facebook), si dovrà autorizzare l’applicazione a lavorare in Facebook.

pinterest5

Da notare che se non avete già eseguito l’aggiornamento a Facebook Timeline, è necessario farlo, per far sì che Pinterest sia sincronizzato. Valutate se volete lasciare le impostazioni in modo da rendere visibili le cose a tutti i vostri amici o se volete restringere il gruppo di amici. Poi fate clic e proseguite. Da lì, finalmente ritornate sulla configurazione dell’account di Pinterest.

pinterest6

Una volta terminata questa fase, Pinterest cercherà di iniziare, proponendovi alcune persone da seguire.

pinterest7

Il mio suggerimento? Astenetevi dallo scegliere le categorie che vi piacciono, a meno che non vogliate che Pinterest riempia le vostre ‘board’ (schede) con persone che non conoscete. Per questo articolo, ho creato un account per mio marito e gli ho impostato una dozzina di persone da seguire; poi ho dovuto fare ‘unfollow all’.

Pinterest cercherà anche di vedere quali dei vostri amici su Facebook sono anche su Pinterest e li metterà tra quelli che seguite, per cui mettete in conto di revisionare l’elenco delle persone.

Il prossimo passo nel processo è la creazione di alcune schede. Le schede sono la versione Pinterest di schedari visuali. Di solito sono organizzati per argomento e vi darà la possibilità di assegnare una categoria ai ‘pin’, per facilitarne l’archiviazione. Prendetevi un minuto per impostarne uno o due, ma tenete conto che è possibile aggiungerne altri in qualsiasi momento.

pinterest8

Una volta che avete impostato le vostre categorie di partenza, sarete pronti per andare avanti. A questo punto, sarete in grado di visualizzare il flusso Pinterest (Pinterest stream). Nel nostro esempio, questo stream si presenta così:

pinterest9

Naturalmente è molto probabile che vedrete un sacco di cose che non vi interessano: solo perché siete amici di qualcuno su Facebook non significa che siete interessati a ogni piccola cosa che decide di salvare nel suo album. Ci sono due modi per ovviare a questo; il primo è quello di eliminare del tutto le persone dai ‘follow’. Per farlo, cliccate sul nome che appare sotto la foto; questo vi porterà alla loro pagina Pinterest dove si trova il pulsante grigio “unfollow” sotto il loro avatar. Fate clic su questo pulsante e così li rimuoverete dal vostro stream.

pinterest10

Ora, supponiamo che abbiate qualcuno nel flusso, che desideriate seguire, ma che pubblica molti più contenuti di quelli che vi interessano, o cose di cui semplicemente non vi importa.

Mettiamo che abbiate un amico che ha un grande gusto per il cibo, ma che ha anche una passione per le paste sintetiche modellabili (polymer clay and crafting), e sta inondando il vostro stream. Trovate uno dei suoi post, fare clic sul nome utente ed andate sulla sua pagina nello, stesso modo che avete fatto quando avete effettuato un ‘unfollow’ di qualcuno.

Fate clic sul pulsante ‘unfollow’ anche questa volta. A questo punto, ciascuna delle ‘board’ (categorie) che quella utenza di Pinterest ha creato, avrà un pulsante ‘follow’. scorrete la lista e scegliete di seguire (follow) tutte le schede che pensate potrebbero interessarvi. Questo filtrerà il loro flusso e ve ne servirà solo una parte (secondo me è uno dei punti di forza di Pinterest).

Una volta fatto questo, troverete il vostro feed un po’ più ripulito e vi proporrà un maggior numero di post che vi interessano.

pinterest11

Ora che avete impostato tutto, potete cominciare ad utilizzare Pinterest. Ci sono tre modi principali per farlo: si può sfogliare l’archivio completo dei ‘pin’, potete sfogliare il vostro feed individuale, o potete andare alla ricerca di cose nuove da aggiungere a Pinterest.

Esploreremo queste opzioni nella seconda parte di questa serie su Pinterest.

Jennifer Evans Cairojennifer laycock small

Questo articolo è stato ripubblicato con l’autorizzazione di Search Engine Guide. Per altri articoli e informazioni, visitate il sito http://www.searchengineguide.com/

Traduzione di

Stampa articolo Scarica il file in formato PDF

Elenco Articoli di Jennifer Laycock

No Responses

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *