I migliori siti Web sono utili e brutti

Di Gerry McGovern

articolo orginale:

The best websites are useful and ugly

Funzionalità e utilità sono di gran lunga più importanti per il successo del vostro sito del loro apparire belli ed eleganti.

La prima volta che vidi il Grand Canyon fu un’esperienza veramente memorabile. La profondità, la distanza, il caliginoso arcobaleno dei colori erano come nient’altro avessi mai visto prima. Il grandioso fiume Colorado appariva esile come una stringa da scarpe laggiù in basso.

Passammo un giorno guidando lungo il Grand Canyon e poi su verso l’altrettanto magnifico scenario dell’Utah. Ma insieme alla sovrannaturale bellezza, quello anche mi colpì fu la povertà che circondava il Canyon.

Nonostante la sua sensazionale bellezza, il Grand Canyon non sarebbe un gran posto dove vivere. Avreste sicuramente una vita difficile se viveste nel mezzo del Canyon stesso. D’altra parte, data la sua impervietà ed inaccessibilità sarebbe difficile immaginare come potrebbe svilupparvisi una città delle dimensioni di New York.

Le cose che noi pensiamo essere le più belle sono spesso le meno utili in termini di praticità e funzionalità. Il monte Everest è bellissimo. L’oro, i gioielli e gli anelli di diamanti sono stupendi. Possono certe cose acquistare bellezza e perdere la loro funzione pratica?

Non c’è alcun dubbio che certi “design” possano essere contemporaneamente bellissimi e funzionali. Ma per gli altri progetti stilistici, più bella è la realizzazione del design, meno funzionale e facile da usare diventa. Questo è particolarmente vero per i siti Web.

Ryanair, eBay, Amazon, Google, Craig’s List, My Space, e YouTube sono siti brutti; sono anche siti di estremo successo. Quando mostro al pubblico il sito di Ryanair si odono distintamente versi di disgusto, vedo gente fare uno scatto indietro la sua assoluta bruttezza. Nonostante questo, l’anno scorso 42 milioni di passeggeri hanno volato con Ryanair e la grande maggioranza di questi hanno prenotato i loro voli mediante Ryanair.com.

Avete notato che il Web ha cominciato a diventare grigio? C’è una grande esplosione della “sindrome del testo grigio”, particolarmente nei blog. Il Web design sta cadendo nella trappola di preoccuparsi più di come appare una pagina che di come si riesce a leggerla.

Pochi contesterebbero che è più faticoso leggere un testo sullo schermo che su una stampa. La maggioranza concorderebbe che un testo nero su sfondo quasi bianco è più facile da leggere. Si potrebbe anche argomentare che la dimensione dei caratteri per le pagine Web dovrebbe essere leggermente più grande di quella scelta per la stampa.

Allora, perché un numero crescente di siti Web oggi utilizza caratteri piccoli e testo grigio? La risposta è semplice: caratteri piccoli e testo grigio hanno un aspetto migliore, si fondono nel disegno grafico globale della pagina. Sono più eleganti e visivamente accattivanti.

Il problema con I caratteri grandi e neri è che spiccano. Possono dominare la pagina. Questo è esattamente quello che li rende più facili da leggere. Il testo nero con caratteri grandi spicca rispetto allo sfondo.
Quando chiedo alle persone di guardare il sito di Ryanair la loro reazione istintiva è spesso quella di dire che è brutto. Se chiedeste alla maggioranza delle persone di guardare i siti di più grande successo probabilmente vi direbbero che appaiono brutti.

Il fatto è che non spendiamo il nostro tempo guardando siti Web, noi spendiamo il nostro tempo leggendoli ed usandoli. Ci sono tre cose che un sito Web deve essere: utile, utile e utile.

Gerry McGovern

Traduzione di

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *