Come fare in modo che la vostra comunità faccia link building per voi

Di Geoff Kenyon

SEOmoz

articolo orginale:

How to Get Your Community to Build Links For You

7 novembre 2010

Il link building è largamente considerato come uno degli aspetti più difficili e che portano via più tempo, della SEO. Se avete un sito incentrato sulla comunità, dovreste passare un po’ del tempo che avete assegnato all’attività di link building, creando funzionalità che indurranno i vostri utenti a fare il link building al posto vostro.

L’implementazione di queste funzionalità mirate al link building per la community può produrre un flusso crescente di link verso vostro sito.

Profili

Se diamo agli utenti una ragione per puntare un link al proprio profilo, che sia nel loro stesso interesse, sarà molto più probabile che lo facciano. Trasformate il profilo in un portafoglio; usate il profilo dei membri per fare sfoggio dei loro successi e dei loro migliori contributi al sito. Raddoppiate l’incentivo e permettete ai membri di promuoversi come freelance sul vostro sito: avranno il bottone “ingaggiami” sul loro profilo. Qualcosa del genere potrebbe funzionare bene per i siti di sponsorizzazione come Hookit, che l’ha fatto molto bene (sotto, l’immagine di un profilo Hookit), mettendo il bottone “Sponsor Me” sotto il nome e la foto del profilo di ogni atleta.

HookIt

Richiamo all’azione di condivisione

Anche se questo è decisamente elementare, ci sono molti siti che non chiedono agli utenti di condividere i propri contenuti in nessun modo visibile. Può essere fatto in modo semplice, come l’aggiunta di pulsanti per condividere il contenuto, in una striscia alla fine del contenuto, o in una barra laterale. Fate attenzione a non esagerare sui pulsanti però. Anche se i vostri utenti potrebbero essere in molte reti sociali diverse, la popolarità di queste reti tende a seguire il principio di Pareto, dove il 20% delle reti riceve l’80% dei messaggi e dell’attenzione degli utenti.

barra di condivisione

La condivisione dei contenuti non garantisce i link, perché i link nei social network sono spesso ‘nofollow’, ma alcuni pensano che i social network siano un fattore di ranking degli algoritmi di indicizzazione, per cui incoraggiare gli utenti a condividere non è un’opzione da trascurare.

Far votare il contenuto utile

Vuoi consentire agli utenti di votare i contenuti (su o giù)? Che cosa si deve fare dopo che un contenuto è stato votato come utile? Quando un utente da un voto positivo su qualcosa, significa che pensa che sia un buon contenuto, ma non è detto che pensi anche di volerlo condividere. Potete ricordarglielo con una sovraimpressione che compaia dopo aver votato positivamente, ma potrebbe facilmente diventare fastidioso e indurre la gente a smettere di dare un voto positivo al contenuto; meglio sarebbe farlo non più di una volta su sette o su dieci. Una soluzione semplice è mettere il pulsante ‘mi piace’ di Facebook sul vostro sito, poiché il contenuto che è piaciuto, viene pubblicato automaticamente sulla vostra bacheca di Facebook.

votazione

Promuovere contenuto controverso

I contenuti che irritano la gente hanno anche la tendenza a raccogliere un sacco di link. Guardate la sparata di Powazek Derek, su come i SEO siano un branco di spammer. Tutti quelli che leggono il blog di SEOmoz probabilmente concorderebbero che le affermazioni di Derek non sono valide, ma lui ci ha ricavato un sacco di link. Open Site Explorer segnala 2.374 link da 423 domini principali, alcuni dei quali, da siti molto forti, come Search Engine Land e Newsvine; missione compiuta. Indipendentemente dal fatto l’abbia scritto come esca per i link, è comunque diventata un’esca formidabile per link. Se sul vostro sito ci sono discussioni controverse, promuovetele come matti. Provate a rimestare nel vespaio e osservate cosa succede.

Infiammare la discussione

Un modo davvero semplice per mantenere attivi questi thread o posts, è quello di promuovere il coinvolgimento nelle discussioni più attive, nella barra laterale o in fondo agli altri thread. Ci sono un sacco di plugin “top discussion” che mettono in evidenza il contenuto, in modo che non dobbiate preoccuparvi di promuovere manualmente il contenuto controverso. Detto questo, se decidete di mettere in mostra il contenuto controverso, probabilmente sarebbe intelligente promuoverlo anche su altri canali, come Twitter.

Distintivi di comunità magnifici

Se disponete di una forte comunità che vi ama, create dei badge per gli iscritti alla comunità e quando saranno pronti, fatelo sembrare un grande evento. A volte si possono ottenere link multipli da queste icone, ma dovete essere molto attenti a come li gestirete, a questo proposito vorrei suggerire la lettura del Unofficial Google Widget Bait Guidelines e Widgetbait Gone Wild. A SEOmoz hanno fatto gran bel un lavoro con i loro distintivi ed hanno ricevuto link da 485 domini root differenti, con il testo alternativo “I <3 SEOmoz”. Fa piacere sentirsi amati.

Badge SEOmoz

<a href=”http://www.seomoz.org”><img src=”http://www.seomoz.org/img/i-heart-seomoz.png” alt=”I &lt;3 SEO moz” /></a>

Distintivi che stimolano l’ego dell’utente

Oltre alla creazione di badge che evidenziando l’appartenenza alla comunità, è necessario creare badge che siano focalizzati sugli utenti ed i loro risultati. Questi distintivi giocano sull’ego di membri della vostra comunità, per cui dovrebbero declamare con forza quanto siano eccezionali i vostri utenti. Lasciate loro la possibilità di salire di livello e sul badge distinguete graficamente i livelli degli utenti: questo offre agli utenti

a) soddisfazione per i risultati di cui sono orgogliosi e

b) la motivazione a contribuire di più alla comunità.

Experts-Exchange ha fatto un ottimo lavoro nella creazione di distintivi, come quello riportate qui sotto, che mostrano i risultati degli utenti. Nel badge qui sotto, potete vedere le principali categorie dell’utente, a quante domande ha risposto, quanti articoli ha scritto e quanti punti ha.

Distintivi per l'utente

Mandate una email di notifica agli utenti, negli ‘snodi’ importanti

Quali sono i punti critici di interazione nel vostro sito? Quando un utente si registra, contribuisce ai contenuti, cresce di livello, quando il contenuto dell’utente viene votato e quando il contenuto degli utenti è promosso dalla redazione del sito, sono alcuni dei azioni cruciali che molti siti di comunità hanno in comune. Identificate quali punti di contatto sono fondamentali per il vostro sito, notificate agli utenti con una email questi eventi e chiedetegli di condividere con i loro contatti, o il sito o ciò che hanno appena realizzato. Per esempio, se la recensione di un l’utente sta per essere promossa in prima pagina o su una pagina di categoria popolare, notificatelo all’utente con una email e fategli sapere che hanno fatto qualcosa di eccezionale e che la loro recensione sta per essere promossa. Incoraggiate l’utente a dire ai loro amici che la sua recensione è stata promossa in home page.

Quando registrate gli utenti, raccogliete le loro user-name di Twitter. Quando il loro contenuto viene promosso, come nella situazione descritta sopra, dovreste fare un tweet in proposito. Su questo aspetto SEOmoz fa un buon lavoro: quando il contenuto di un utente è pubblicato sul YOUmoz, SEOmoz fa un tweet e include il nome utente @user-name.

Foto da inserire nei siti

Come i video, anche le foto vengono condivise spesso; il trucco è che la maggior parte dei siti che ospitano i loro video vi offrono la possibilità di incorporare il video nel vostro sito; invece la maggior parte dei siti che danno la possibilità di creare gallerie di foto, non offrono questa opzione. Siti come Pink Bike potrebbero trarre beneficio da questo, inserendo il “codice da incorporare” sotto la foto, con l’immagine in un paio di dimensioni diverse.

Questo è applicabile a qualsiasi sito, non solo i siti che offrono gallerie. Se permettete agli utenti di caricare le loro immagini in un forum o in una recensione, dovreste dare loro la possibilità (ed incoraggiarli) ad inserire quelle immagini nei loro siti. Venerdì Rand ha fatto una stupenda whiteboard [breve tutorial video – n.d.t.] su LinkBuilding attraverso i contenuti embedded. Ci sono molte opportunità per sfruttare i contenuti embedded, parecchi siti potrebbero trovare un modo per costruire link attraverso l’incorporamento dei propri contenuti. Ecco un esempio di come le gallerie fotografiche dovrebbero includere l’opzione di incorporamento:

codice per incorporare immagini e video

Creare una Classifica

Stimolate un po’ l’ego dei vostri maggiori contributori; dedicate loro una pagina e assicuratevi che lo sappiano, in modo che la possano promuovere nel loro proprio blog. Anche se un sacco di siti questo già lo fanno, credo che Medpedia Answers faccia un lavoro particolarmente buono. Essi forniscono l’avatar e il nome del partecipante, quanti punti ha, le sue qualifiche ed i suoi risultati; inoltre mettono un link al profilo profilo di ogni membro e ad un’altra pagina con le loro risposte. Medpedia, un sito Q & A [domande e risposte – n.d.t.] su argomenti medici, ha fatto un buon lavoro nel riconoscere il merito ai propri maggiori contributori; sotto, parte della loro classifica.

Classifiche

Combinare le tattiche per stravincere! Creare una classifica può aiutarvi ad ottenere link, ma la gente non sempre gli viene in mente di puntarci un link di sua spontanea volontà; però, con un piccolo incoraggiamento … la situazione potrebbe diventare travolgente. Quando gli utenti ce la fanno ad entrare su questa classifica, devono essere informati che che sono riuscititi ad entrare nella lista ristretta dei massimi contributori. Comunicateglielo con una email. Potete comunicarglielo quando infrangono la soglia dei primi 10, dei primi 5, e quando arrivano al 1 ° posto. Nella email di notifica, fornite loro l’URL e ditegli che dovrebbero condividerlo con gli amici. Potreste anche includere uno speciale distintivo per i migliori contributori (con il numero della posizione raggiunta in classifica), che espone il risultato raggiunto. Classifica, email, condivisione, distintivi: un doppio arcobaleno.

Intervistate i contributori principali

La chiave nel fare un’intervista i membri è riuscire a promuoverla bene. Se si da rilievo all’intervista sul sito, sarà più probabile che il contributore avverta un senso di realizzazione per l’intervista, in quanto l’articolo per la sua stessa posizione di rilievo, otterrà maggiore attenzione. Dal momento che si sentiranno orgogliosi della loro intervista, è probabile che scrivano di questo evento sul loro blog (magari avere un blog attivo potrebbe essere un requisito di filtro per la scelta degli intervistati).

Intervistare gli esperti è spesso un modo per ottenere link, poiché vorranno ricordare queste interviste sul loro blog personale, o su Twitter. Prendete questo concetto ed applicatelo al vostro blog ed agli utenti con forte presenza nei social media.

Ciò che è veramente importante è pubblicare le interviste sempre sullo stesso URL ed assicurarsi che questa sia l’URL che condividete con l’utente; ad esempio: domain.com/user-interview/. Quando avete una nuova intervista da pubblicare, spostate la vecchia intervista in una posizione diversa (domain.com/user-interview/username-date.html) e mantenete i link concentrati sulla pagina per le interviste.

Syndication dei contenuti

Ci sono un sacco di siti che sono affamati di contenuti e sarebbero disposti a dare risalto ad alcuni dei vostri contenuti con un link di attribuzione. Se nel vostro settore c’è un sito di notizie popolare, potreste chiedere loro se sono interessati a pubblicare un articolo settimanale, una recensione, un post, una foto … a cui potrebbero dare risalto sul loro sito. Assicuratevi di ricavarci i link di attribuzione però. Un esempio di una buona pratica di attribuzione, potrebbe essere il seguente: “Come lottare contro gli orsi” (link), è parte di una serie settimanale tratta da “Adrenaline Adventures” (link).

Per convincere i proprietari dei siti pubblicare il vostro contenuto, offrite loro widget personalizzati che possono essere facilmente collocati sul loro sito o blog. Il widget può mettere in evidenza i loro recenti contributi alla comunità. Questo widget si comporterebbe come un RSS feed che sta nella sidebar del sito dell’utente. Questa Whiteboard friday è una buona risorsa se volete saperne di più sulla syndication dei contenuti.

Chiedete la vostra comunità di aiutarvi a far crescere il sito

Se avete un legame forte con la vostra comunità, spiegate loro le basi della SEO e chiedetegli di aiutarvi. Potete chiedergli link al vostro sito e di condividere i contenuti sui social media. Se volete essere sfacciati, potete anche chiedere loro puntare dei link utilizzando le vostre parole chiave come testo. E’ molto importante, quando chiedete in modo diretto alla vostra comunità di aiutarvi con la SEO, che sottolineiate come questo aiuterà la comunità e come aiuterà l’utente che si collega al sito. Etsy fa un ottimo lavoro nello spiegare che cosa è la SEO e come i membri della loro comunità possono contribuire ad ottimizzare i contributi che scrivono.

Avere una pagina su come aiutare un nuovo sito crescere non è così raro. In queste pagine, i siti chiedono spesso agli utenti di puntare link alla comunità ed offrono i distintivi che utenti possono mettere sui loro siti per mostrare il loro sostegno. BallHyped, una nuova comunità di sportivi, ha fatto un lavoro eccellente nel chiedere alle persone di puntare un link verso di loro, ponendo l’accento su come questo porti benefici sia all’utente che alla comunità. Come risultato, stanno riuscendo ad far sì che gli utenti sostengano il loro sito con il loro distintivo “Vote For Me” (vedi sotto).

Sostenere il sito

Anche se non tutte le strategie descritte in questo post, funzioneranno alla grande per ogni sito, ce ne dovrebbero essere almeno un paio che funzionano per la maggior parte dei siti. Spero che siate in grado di applicarne alcune di queste e riuscire far sostenere alla comunità, parte del vostro onere di link building. E voi come fate a far fare alla vostra comunità il link building al posto vostro? Fatemi sapere nei commenti.

Ciao a tutti, il mio nome è Geoff Kenyon e mi sono recentemente unito a Distilled come consulente SEO. Questo è il mio primo post sul blog di SEOmoz, ma aspettatevi di vederemi scrivere qui e sul Distilled blog. Se avete domande o volete salutarmi, trovatemi su twitter @ geoffkenyon .

Geoff KenyonGeoff Kenyon

Traduzione di

L’articolo esprime le posizioni proprie dell’autore (esclusa l’eventualità remota che sia sotto ipnosi) e può non rispecchiare le opinioni di SEOmoz, Inc.

SEOmoz non è affiliato con questo sito e non ha visionato questa traduzione. SEOmoz fornisce i migliori strumenti e risorse SEO del Web.

Stampa articolo Scarica il file in formato PDF

Elenco Articoli di Geoff Kenyon

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.