La guida super semplice per usare e fare marketing su Pinterest – seconda parte

Pinterest

Di Jennifer Laycock

Search Engine Guide

articolo orginale:

The Super Simple Guide to Using and Marketing Through Pinterest – Part Two

3 Febbraio 2012

(Se ancora non conoscete Pinterest o non avete un account, leggete la prima parte di questa serie).

Ora che vi siete creati un account su Pinterest, pronto e funzionante, è il momento di metterlo in pratica per iniziare a raccogliere idee, link e immagini.

Ricordate, Pinterest è un potente sistema di archiviazione on-line, che vi dà l’accesso visivo alle cose che in futuro potreste voler utilizzare. Nella prima parte abbiamo parlato di come creare alcune schede tematiche per ordinare i “Pin” che avete trovato. Oggi andremo a parlare di come trovare quei Pin.

Sfogliare i Pin dei vostri amici e fare ‘Repin’

Il modo più semplice di tutti per trovare i Pin (ed è il modo in cui comincia la maggior parte della gente) è, cercare nel rapporto delle attività dei vostri amici (Feed) e fare ‘Repin’ dei loro Pin. Un Repin in Pinterest, è l’equivalente di un retweet in Twitter o di uno share (condividi) in Facebook. Quando fate login in Pinterest, il Feed dei vostri amici è la prima cosa che si apre.

pinterest14

Potete scorrere questi elenchi per vedere se qualcosa colpisce la vostra fantasia; nel caso, potete scegliere fra due opzioni:

la prima è quella di posizionarci sopra il mouse e attendere che compaiano le scelte Repin, Like, e Comment. Facendo clic sul pulsante ‘Like’ si aggiungerà subito il vostro voto al totale presente sulla pagina. Facendo clic sul pulsante Comment, comparirà un campo di testo per inserire il commento, in fondo alla lista e infine, cliccando sul pulsante Repin, apparirà una schermata progettata per consentirvi di spedire il Pin in una delle vostre schede personali. E’ importante notare che nella finestra potete marcare le checkbox per condividere automaticamente il Pin, anche su Facebook e su Twitter.

pinterest15

Potete scegliere la categoria (board) dove volete destinare il Pin, dal menu a discesa, oppure crearne una nuova, proprio lì nel menu. Si può anche scegliere di spedire il Repin con la descrizione esistente, o scriverne una propria. Una volta cliccato su ‘Submit’, il Pin verrà aggiunto alla vostra categoria (Board) e apparirà nei flussi degli utenti che vi seguono.
L’altra opzione, quando vedete un Pin a cui siete interessati, è quella di cliccare sull’immagine stessa. Questo vi porterà alla pagina dove sono elencati i Pin che ha raccolto, e che fatta come questa:

pinterest16

Oltre ad avere un’immagine più grande e una descrizione completa, più i commenti, su questa pagina avete anche alcune informazioni interessanti, che vi aiutano a profilare con maggior accuratezza le vostre preferenze di “Pinning”. In fondo alla lista, noterete tre aree chiave. “Pinned onto the board”, “Originally Pinned by” e “Pinned from”.

pinterest17

La prima vi dice in quale scheda (Board), la persona che ha fatto il Pin, aveva classificato l’immagine. L’idea qui è che se vi piace questo Pin, allora potrebbero piacervi anche altri Pin classificati sotto questo argomento. Ci sono anche alcune anteprime in miniatura di altri Pin di quella Board, così che possiate dare un’occhiata.

Sotto, troverete un link verso la persona che ha originariamente trovato il post e l’ha aggiunto a Pinterest (Originally Pinned by). Anche in questo caso, è altamente probabile che prendiate in considerazione di seguire anche questa persona, dal momento che vi piace il contenuto ha aggiunto.

Infine, la sezione “Pinned from” vi darà una pagina intera che mostra gli altri Pin che sono stati aggiunti da quel sito.

pinterest18

Tutti questi possono essere modi efficaci per trovare un nuovo sito da visitare e ancora più idee da condividere (Pin).

Cercare Pin per argomento

Uno dei miei modi preferiti di usare Pinterest è quello di sfogliare i Pin che vengono aggiunti da tutti i membri, in specifiche categorie. Se guardate nella parte superiore della pagina, quando vi connettete Pinterest, noterete un link che dice “Everything”.

pinterest24

Cliccate su questo link e vedrete un menu a discesa che permette di selezionare una categoria; selezionate la vostra e sarete portati a un feed alimentato in tempo reale, con i Pin più recenti, aggiunti a quella categoria (ci sono anche i link per visualizzare i Pin ai video più recenti, i Pin più popolari e un menù dei Pin di prodotti commerciali, classificati per prezzo).

pinterest25

Questa, è una delle funzioni che rende Pinterest un passatempo così coinvolgente e fa rimanere le persone incollate sul sito così a lungo. In effetti, il tempo medio sul sito, per un utente di Pinterest, nel novembre scorso, era di 88 minuti, il che fa di Pinterest il terzo sito di social media più “sticky” (capacità tenere la gente incollata lì n.d.t.), dietro Facebook (394 minuti) e Tumblr (141,7 minuti), secondo Billboard.

Trovare Pin mediante la Ricerca

La cosa in assoluto più utile su Pinterest, a mio parere, è la funzione di ricerca. Date un’occhiata in alto a sinistra della home page di Pinterest e noterete la casella di ricerca.

pinterest26

Digitate praticamente qualsiasi cosa vi venga in mente e verrete riforniti di una vasta gamma di idee raccolte e archiviate da milioni di utenti Pinterest. E’ uno delle principali funzionalità che uso quando ho bisogno di una risposta specifica o di un’idea. Sto cercando di capire come creare una serra di erbe aromatiche per la mia cucina? Chiedo a Pinterest:

pinterest27

Cercate idee per un set di colori per un nuovo design del sito web o per un progetto di decorazione della casa? Sì, potete chiedere a Pinterest.

pinterest28

Ma non si tratta solo di utilizzare il contenuto che è già sul Pinterest.

Fare il Pin di contenuti mediante il pulsante “Pin It”

Un altro modo comune per fare Pin di oggetti ed inserirli in una vostra Board, è quello di utilizzare i bottoni “Pin it” di condivisione sociale, che hanno iniziato a comparire sui siti di tutto il web. Per la maggior parte, questo tasto è ancora raro, lo si vede per lo più sui siti di matrimoni, ricette e siti del tipo ‘fai da te’, ma via via che gli utenti Internet scoprono i benefici del bookmarking visivo, cresce anche la diffusione del pulsante.

Quando visitate un post sul blog o una pagina di prodotto, basta che cerchiate l’icona rossa “Pin it” che spesso sta a fianco dei pulsanti +1, Mi piace, Tweet, nella parte superiore o inferiore di un post.

pinterest19

Facendo clic sul pulsante, si aprirà una finestra pop up molto simile all’opzione “Pin it”, all’interno del sito Pinterest. Utilizzate il menu a tendina per selezionare la categoria, modificare la descrizione a vostro piacimento e decidete se condividere o meno su Facebook e Twitter, prima di premere “Pin it”; infine inviate l’immagine ad una vostra Board. Pinterest si occuperà di inserire nell’immagine, il link alla pagina corretta.

pinterest20

Fare il Pin di un contenuto, usando il bookmarklet “Pin It”

Dato che così pochi siti aggiungono i pulsanti “Pin it” all’elenco, la maggior parte degli utenti di Pinterest si affidano al Bookmarklet di Pinterest . Per installarlo, andate alla pagina dei gadget di Pinterest, cliccate sul pulsante ‘Pin it’ e trascinatelo sulla barra degli strumenti. Si creerà un piccolo e pratico bookmark sulla barra degli strumenti, su cui basta semplicemente cliccare, ogni volta che siete su una pagina di cui volete fare il ‘Pin’.

pinterest21

La cosa buona di utilizzare il bookmarklet, è che vi dà la scelta di quale immagine utilizzare per il Pin (Le altre opzioni selezionano l’immagine automaticamente). Facendo clic sul bookmarklet, mentre siete sul post del blog mostrato sopra, vi porterà a una pagina come questa:

pinterest22

Scorrete semplicemente le immagini presenti sulla pagina e fate clic su quella che desiderate pubblicare. Partirà una finestra pop-up simile a quella vista prima, che consente di selezionare una categoria, aggiungere una descrizione e pubblicarla su altri social network.

pinterest23

Prossimamente, nella terza puntata

Ok, ora forse vi siete comprati l’idea di utilizzare Pinterest come soluzione per raccogliere i bookmark delle immagini, ma vi chiederete cosa fa in termini di marketing.

In altre parole, si può usare per indirizzare il traffico verso il vostro sito? La risposta è definitivamente un Sì, ma si impernia sul concetto che la maggior parte del traffico generato dalle campagne viene da … contenuti di alta qualità e originali.

Esploreremo queste opzioni nella terza parte di questa serie su Pinterest.

Jennifer Laycockjennifer laycock small

Questo articolo è stato ripubblicato con l’autorizzazione di Search Engine Guide. Per altri articoli e informazioni, visitate il sito http://www.searchengineguide.com/

Traduzione di

Stampa articolo Scarica il file in formato PDF

Elenco Articoli di Jennifer Laycock

Latest Comments

Post A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.